mercoledì 6 gennaio 2016

Jean-Luc Bannalec - Lunedì nero per il commissario Dupin


Sembrava davvero una felice new entry, nel romanzo giallo europeo, quella recentissima del commissario Dupin creato da Jean-Luc Bannalec, pseudonimo di uno scrittore tedesco che vive tra la Germania e la Bretagna e che proprio in Bretagna ambienta le sue storie. 



Detective poco ortodosso, abitudinario, trasandato, ovviamente single nella vita privata, Dupin - per certa critica già “il tenente Colombo francese” - non mancherebbe invero di una sua pigra umanità, di un apprezzabile umorismo, e nemmeno di un caso potenzialmente intrigante tra le mani, che comincia in questo Lunedì nero (2014) col ritrovamento di tre cadaveri sconosciuti su una spiaggia delle isole Glénan. Purtroppo lo stile narrativo del romanzo appare stranamente vecchio e datato, con un narratore esterno onnisciente che espone a intermittenza usi, costumi, località e storia della Bretagna, accumulando descrizioni e informazioni che vanno dalle spiagge bianchissime agli sport acquatici, dalla bontà dell'astice all'inquinamento marino delle alghe... Ne derivano così pagine istruttive ma estranee al plot, che ne rallentano irrimediabilmente il ritmo e fanno rimpiangere il vecchio Simenon, capace (lui sì) di farci respirare l'aria della provincia francese con due sole righe o mediante dialogati essenziali, senza alcuna intrusione o pausa esterna.


* Luigi Guicciardi (Modena, 1953) è uno scrittore e insegnante italiano, docente di lettere presso il Liceo Scientifico Alessandro Tassoni di Modena.
Di lontane origini siciliane, ha creato il personaggio del commissario Cataldo, protagonista di una serie di romanzi polizieschi. 

La 14° indagine del commissario Cataldo è reperibile nelle migliori librerie o ordinabile sul circuito online: Paesaggio con figure morte