mercoledì 10 febbraio 2016

Petros Markaris - Ultime della notte



La previsione critica secondo cui sarà dalle periferie del mondo che arriverà nuova linfa al romanzo giallo ci pare confermata in questi ultimi anni – oltre che dall'Islanda di Indridason o dal Sudafrica di Meyer – dalla Grecia di Petros Markaris, creatore a metà dei '90 del commissario Kostas Charitos della polizia di Atene. 


Fin dall'esordio in Ultime della notte, Charitos è apparso infatti come un personaggio da noir dentro una struttura narrativa da mystery, e la sua connotazione contraddittoria e umanissima (cinico ma sensibile, ruvido ma generoso, maschilista ma romantico, sconfitto ma caparbio...) ne ha certificato da subito l'indubbio tasso di originalità. Ma almeno altri tre pregi, per noi, caratterizzano questo romanzo giallo: 1) la peculiare cifra stilistica, tra colloquialità e ironia, con un felice impiego del narratore interno; 2) l'ottimo realismo ambientale, con un'Atene sospesa tra Oriente e Occidente, passato e presente, e ritratta non solo nella topografia, ma soprattutto nelle atmosfere; 3) l'estrema attualità dell'intreccio – complesso ma non complicato – che inizia con l'eliminazione di una povera coppia di albanesi, prosegue con l'omicidio ben più clamoroso di una giornalista scomoda e approda al mondo degli immigrati clandestini e dei trafficanti d'organi, fino a una conclusione spiazzante e amarissima. Superfluo, a questo punto, ribadire la simpatia del recensore e l'invito alla lettura...


aaaaaaaaaaaaaaa

* Luigi Guicciardi (Modena, 1953) è uno scrittore e insegnante italiano, docente di lettere presso il Liceo Scientifico Alessandro Tassoni di Modena.
Di lontane origini siciliane, ha creato il personaggio del commissario Cataldo, protagonista di una serie di romanzi polizieschi. 

La 14° indagine del commissario Cataldo è reperibile nelle migliori librerie o ordinabile sul circuito online:  Paesaggio con figure morte