sabato 5 marzo 2016

Ian Lancaster Fleming (1908 - 1964)

di Roberto Roganti

Ian Lancaster Fleming nasce a Londra il 28 maggio 1908. Sulla sua infanzia e adolescenza gravano le ombre del nonno (ricchissimo banchiere scozzese), del padre (eroe della prima guerra mondiale) e del fratello maggiore (campione negli studi, nello sport e poi giornalista di successo). Il bisogno di indipendenza e di autoaffermazione lo spingono in diverse direzioni: studia a Eton e all’Accademia militare di Sandhurst; viaggia in Europa (dove prosegue gli

studi) e tenta la strada del Foreign Office; colleziona libri di pregio e lavora per la Reuters.

Finché, nel 1939, entra nell’Intelligence della Marina. Durante la guerra ricopre incarichi di grande importanza partecipando a molte, delicate operazioni di spionaggio. Finita la guerra, elegge a suo rifugio Kingston, in Giamaica, dove si costruisce una casa (la famosissima “Golden-eye”, occhio d’oro, dal titolo di un romanzo di Carson McCullers) in cui passa due mesi ogni anno. È il 1952 e Fleming decide di sposarsi. Mentre a Kingston aspetta la sua futura sposa (alle prese col divorzio in Inghilterra) crea il personaggio di James Bond e scrive Casinò Royale. Il romanzo viene pubblicato nel 1953 e il successo è immediato (i compassati critici inglesi ammettono: «è un intrattenimento veramente eccitante»). Negli anni successivi il successo cresce e si allarga romanzo dopo romanzo, esplodendo nel 1962 quando, dopo numerosi progetti falliti, appare il primo film della serie, Licenza di uccidere, diretto da Terence Young e interpretato da Sean Connery nel ruolo di James Bond. La “Bondmania” sta per scatenarsi in tutto il mondo quando, minato nella salute, dopo una vita non esattamente “morigerata”, Ian Fleming muore, in seguito a un attacco cardiaco, il 12 agosto 1964.


I romanzi
Ian Fleming scrisse dodici romanzi, più due raccolte di racconti brevi, con protagonista l'agente segreto James Bond, tradotti e pubblicati per la prima volta in Italia sotto vari titoli dalla casa editrice Garzanti:

  • Casino Royale, 1953 - La benda nera, in "I Romanzi del Corriere", n. 46, 1958; Casinò Royal, Milano, Garzanti, 1965.
  • Live and let Die, 1954 - Vivi e lascia morire, Milano, Garzanti, 1956.
  • Moonraker, 1955 - 007 il grande slam della morte, Milano, Garzanti, 1964.
  • Diamonds are Forever, 1956 - Una cascata di diamanti, Milano, Garzanti, 1962.
  • From Russia with Love, 1957 - A 007, dalla Russia con amore, Milano, Garzanti, 1964.
  • Doctor No, 1958 - L'impronta del drago, in "I Romanzi del Corriere", n. 42, 1958; 007 Licenza d'uccidere; Il dottor No, Milano, Garzanti, 1967.
  • Goldfinger, 1959 - Agente 007 missione Goldfinger, Milano, Garzanti, 1964.
  • For your Eyes Only, 1960 - Solo per i tuoi occhi, Milano, Garzanti, 1960.
  • Thunderball, 1961 - Operazione tuono, Milano, Garzanti, 1961.
  • The Spy who Loved Me, 1962 - La spia che mi amò, Milano, Garzanti, 1966.
  • On Her Majesty's Secret Service, 1963 - Servizio segreto, Milano, Garzanti, 1963. Agente 007 al servizio segreto di Sua Maestà, Milano, Garzanti, 1969.
  • You Only Live Twice, 1964 - Si vive solo due volte, Milano, Garzanti, 1965.
  • The Man with the Golden Gun, 1965 - L'uomo dalla pistola d'oro, Milano, Garzanti, 1966.
  • Octopussy and The Living Daylights, 1966 (postumo) - Octopussy, Milano, Garzanti, 1970.


Altri scritti:
  • Thrilling Cities (Le città dell'avventura) - Una raccolta di tredici articoli su varie città del mondo commissionati a Fleming dopo i primi successi come scrittore. La prima edizione comprende solo sette articoli su altrettante città del mondo, che Fleming visitò spesato dal Sunday Times nel 1959. Le edizioni successive comprendono tutti gli articoli sulle thrilling cities, comprese quelle europee visitate nel 1960. Nelle edizioni più recenti è stato incluso anche un racconto con protagonista James Bond, 007 a New York. Per l'Italia un capitolo è dedicato a Napoli.
  • The diamond smugglers (Il traffico di diamanti) - Un saggio scritto durante gli studi preparatori de Una cascata di diamanti. Fleming rimane affascinato e colpito dal sistema del traffico internazionale di diamanti e decide di rendere pubbliche le abbondanti informazioni raccolte.
  • State Of Excitement - Un romanzo mai pubblicato, commissionato allo scrittore da un emiro del Kuwait. Sarà la base del film di Terence Young The Poppy is also a Flower (Il papavero è anche un fiore).
  • Chitty Chitty Bang Bang: The Magical Car - Un romanzo per bambini scritto nel 1964 per puro diletto. Pubblicato, raggiunge modesto successo, tanto che ne verrà poi tratta nel 1968 un'omonima e surreale trasposizione cinematografica, Citty Citty Bang Bang, diretta da Ken Hughes con Dick Van Dyke, e un musical teatrale.


Racconti
Proprietà di una signora (1966), in Gli eroi dell'ombra, a cura di Laura Grimaldi e Marco Tropea, Milano, A. Mondadori, 1981.

Curiosità: Il metodo

Fleming aveva sperimentato un metodo di scrittura, che seguì con minuziosità per ogni libro:
sei settimane di lavoro nei due mesi invernali che trascorreva in Giamaica: gennaio e marzo di ogni anno
4 ore di lavoro giornaliere: dalle 9 alle 12 al mattino, dalle 18 alle 19 alla sera
2000 parole al giorno senza correzioni
un'ulteriore settimana, la settima, per correggere gli errori vistosi e riscrivere brevi passaggi.

Grazie a questo metodo Fleming scrisse dal 1952 al 1964, anno della sua morte avvenuta in agosto, 13 romanzi in 13 anni, che vennero puntualmente consegnati alle stampe, tanto da consentire l'uscita a fine marzo/inizio aprile di ogni anno. Octopussy, il suo 14° libro, pubblicato postumo nel 1966, anno successivo alla sua ultima pubblicazione canonica, è invece una raccolta di tre suoi racconti brevi: Octopussy, Di proprietà di una signora, Il lume dell'intelletto.