mercoledì 2 marzo 2016

John Connolly - Gente che uccide




“Suo marito si è limitato a comprare il mio tempo e la mia esperienza. Non ha comprato la mia obbedienza, non ha comprato la mia coscienza e non ha comprato me. Non mi piace abbandonare i casi insoluti. E' un gesto che solleva problemi etici.” 



Così dice a una cliente – in parole significative di tutto un carattere – il detective privato Charlie Parker (“Bird” come il famoso sassofonista), creato nel 2000 dall'irlandese John Connolly coi tratti di un anti-eroe malinconico e offeso dalla vita, dopo la morte violenta – rimasta senza colpevoli – della moglie e della piccola figlia. In questo giallo il ritrovamento casuale di una fossa comune nei boschi del Maine, che restituisce i resti dei componenti di una setta religiosa scomparsi quarant'anni prima, s'intreccia con l'apparente suicidio di una studentessa, che appunto su quella setta stava facendo ricerche per la sua tesi di dottorato. Comincia così, per Parker, una discesa agli inferi in un'America allucinata e crudele, in un crescendo di orrore e di violenza selvaggia, a cui neppure la sconfitta finale del Male può portare catarsi. Pur debitore, a nostro avviso, in qualche ambiente e in qualche personaggio, di maestri come James Lee Burke e Robert Crais, Connolly esibisce comunque nelle sua pagine una cupa e peculiare fantasia e una scrittura di intensa suggestione lirica e visionaria, spesso di grande potenza espressiva, temperata talvolta da tratti di umorismo non banale.


aaaaaaaaaaaaaaa

* Luigi Guicciardi (Modena, 1953) è uno scrittore e insegnante italiano, docente di lettere presso il Liceo Scientifico Alessandro Tassoni di Modena.
Di lontane origini siciliane, ha creato il personaggio del commissario Cataldo, protagonista di una serie di romanzi polizieschi. 

La 14° indagine del commissario Cataldo è reperibile nelle migliori librerie o ordinabile sul circuito online:  Paesaggio con figure morte