mercoledì 13 aprile 2016

Hakan Nesser - Un corpo sulla spiaggia



E' ancora vivo – in un universo giallo sempre più tinto di altri colori, dal noir al thriller alla spy story – il caro, vecchio mystery classico? E se sì, chi può oggi rappresentarlo al meglio? Dopo la morte di Mankell e P.D. James, e la pessima salute della George, dovessimo puntare su un solo nome, faremmo quello di Håkan Nesser. 


Svedese, del 1950, ex docente di liceo, Nesser ha creato da tempo tre filoni distinti di inchieste, affidate agli inquirenti Van Veeteren (il nostro preferito), Barbarotti (di chiara origine italiana) ed Ewa Moreno, cui spetta il compito di risolvere appunto il mistero di Un corpo sulla spiaggia (2012), che affiora dalla sabbia a rovinarle le ferie in quel di Port Hagen. Macabra scoperta, questa, che si intreccia drammaticamente ai fantasmi di un'altra estate di sedici anni prima, con la morte mai chiarita di una minorenne e la relazione di quest'ultima con un professore del posto, poi sprofondato nella pazzia... Maestro della suspense psicologica, valente analista dei conflitti di coscienza, Nesser trasforma un'indagine retrospettiva – senza abusi di sex and gore – in una palestra di intelligenza e di intuito introspettivo, che lo stile sorvegliato e asciutto asseconda fino alla sconcertante soluzione del caso, che ricorda da vicino il dolente realismo umano del miglior Simenon.
aaaaaaaaaaaaaaa

* Luigi Guicciardi (Modena, 1953) è uno scrittore e insegnante italiano, docente di lettere presso il Liceo Scientifico Alessandro Tassoni di Modena.
Di lontane origini siciliane, ha creato il personaggio del commissario Cataldo, protagonista di una serie di romanzi polizieschi. 

La 14° indagine del commissario Cataldo è reperibile nelle migliori librerie o ordinabile sul circuito online:  Paesaggio con figure morte