mercoledì 27 aprile 2016

Kjell Ola Dahl - Un piccolo anello d'oro


In una notte d'inizio estate per Katrine Bratterud potrebbe cominciare una nuova vita. E' finalmente arrivato il momento di confidare all'amante il suo grande segreto, e di dividere con lui la gioia di una clamorosa scoperta. 


Ma quella notte stessa il corpo nudo e bellissimo di Katrine viene ritrovato in un fossato. E' stata strangolata e all'ispettore Gunnarstranda e al suo collega Frølich non resta che scavare nel suo passato... Comincia così il romanzo d'esordio (2000), Un piccolo anello d'oro, del norvegese Kjell Ola Dahl, passato quasi inosservato nel nostro Paese.  Alieno dai drammatici colpi di scena del connazionale Jo Nesbø, meno dedito all'introspezione psicologica degli svedesi Mankell e Nesser, più povero di raffinatezze stilistiche dell'islandese Indridason, Ola Dahl non manca però di un suo fascino particolare, soprattutto nell'imbastire un'indagine classica e un po' sonnacchiosa, ma sempre umanissima, che ci ha rammentato a tratti – a pur diverse latitudini – il Simenon di Maigret e il nostro Olivieri del commissario Ambrosio. E la scarsa fortuna riscossa da questo autore in Italia non esime certo dal consigliarne la lettura, soprattutto ora che molti Maestri del mystery che abbiamo appena nominato ci hanno lasciato per sempre...


aaaaaaaaaaaaaaa

* Luigi Guicciardi (Modena, 1953) è uno scrittore e insegnante italiano, docente di lettere presso il Liceo Scientifico Alessandro Tassoni di Modena.
Di lontane origini siciliane, ha creato il personaggio del commissario Cataldo, protagonista di una serie di romanzi polizieschi. 

La 14° indagine del commissario Cataldo è reperibile nelle migliori librerie o ordinabile sul circuito online:  Paesaggio con figure morte