mercoledì 12 ottobre 2016

Carlene Thompson - Tutto ha una fine



Personalmente convinti che il Giallo americano contemporaneo – forte di centinaia di scrittori e di milioni di lettori – annoveri, accanto a pochi top-player, una schiera notevole di buoni artigiani di serie A ancora ignoti al grosso pubblico italiano, dopo aver letto un paio di romanzi di Carlene Thompson non possiamo che confermare la nostra impressione. 


Fedele all’impianto del mystery tradizionale, aliena dagli effettacci grand-guignol di tante sue colleghe, e attenta piuttosto alla psicologia di personaggi e situazioni, dotata di apprezzabile pulizia stilistica e spesso coinvolgente nei dialogati, la Thompson si fa leggere con adeguato godimento, con l’unico neo delle scene sentimentali (mai mischiare il rosa al giallo, rimproverava un critico alla stessa Agatha Christie). In questo Tutto ha una fine – che raccomandiamo alla lettura, seppur meno vivamente rispetto a Non chiudere gli occhi – una giovane donna, rimasta vedova in circostanze oscure, deve scontrarsi ancor più coi sospetti e l’ostilità del suo piccolo villaggio dopo il ritrovamento di un nuovo cadavere nella sua proprietà. Intanto, altri delitti si verificano, e misteriosi brani musicali trasmessi per telefono tormentano la protagonista, che si chiederà fino all’ultimo – insieme al lettore sempre più coinvolto – quale sia la ragione di tanto odio...


* Luigi Guicciardi (Modena, 1953) è uno scrittore e insegnante italiano, docente di lettere presso il Liceo Scientifico Alessandro Tassoni di Modena. Di lontane origini siciliane, ha creato il personaggio del commissario Cataldo, protagonista di una serie di romanzi polizieschi. 
La 15° indagine del commissario Cataldo è reperibile nelle migliori librerie o ordinabile sul circuito online:
Giorni di dubbio