mercoledì 1 febbraio 2017

Alicia Giménez-Bartlett - Un bastimento carico di riso



Spagnola di Barcellona, Alicia Giménez-Bartlett (1951) è la notissima creatrice dell’ispettrice di polizia Petra Delicado, che si distingue nell’universo del Giallo per essere la più politicamente scorretta e la meno imparziale degli inquirenti di carta: divorziata due volte, femminista, insofferente delle regole, irascibile e aggressiva, odiatrice dichiarata degli skinheads e umanamente vicina ai senzatetto, eccetera, in questo Bastimento carico di riso la bella Petra è impegnata a indagare sulla morte violenta di un barbone non identificato. Il caso ha voluto che leggessimo questo romanzo a pochi giorni di distanza dalle Notti di Reykjavik di Indridason, imperniato sul medesimo contesto dei barboni (lì, islandesi). Se è vero che, nel confronto, l’approfondimento umano e sociale di una realtà urbana così particolare segna un punto a favore della scrittrice spagnola, è altrettanto vero che la lettura della rinomata Giménez-Bartlett nel complesso ci ha un po’ deluso: sì, la storia c’è, lo stile anche, ma le riflessioni filosofico-esistenziali della protagonista sono spesso superflue, i battibecchi col suo vice Garzón stucchevoli, la storia d’amore con lo psichiatra di turno piuttosto scontata, il ritmo narrativo molto basso. Un’altra chance, allora? Diremmo di sì, a condizione di scordarci (ogni raffronto con) Simenon o Camilleri. 

* Luigi Guicciardi (Modena, 1953) è uno scrittore e insegnante italiano, docente di lettere presso il Liceo Scientifico Alessandro Tassoni di Modena. Di lontane origini siciliane, ha creato il personaggio del commissario Cataldo, protagonista di una serie di romanzi polizieschi. 
La 15° indagine del commissario Cataldo è reperibile nelle migliori librerie o ordinabile sul circuito online:
Giorni di dubbio