lunedì 24 luglio 2017

Alberto Rizzi a casa di grog




Alberto Rizzi
Poesie dell'uccidere in volo

per ordinare il libro:




Un ipotetico pilota volontario della I Guerra Mondiale, che l'autore segue dal suo innamoramento per il volo, all'arruolamento, ai combattimenti e ai rapporti con i commilitoni, fino al drammatico epilogo. Modellata prendendo spunto dalle gesta di Silvio Scaroni (che fu in quella guerra il secondo asso della caccia italiana), scritta col linguaggio moderno che l'autore, in attività da quasi venticinque anni, ha sempre usato, la raccolta vuole essere il suo personale contributo - disincantato e sempre critico nei confronti della guerra - all'anniversario di quel conflitto immane. E utile solo agli interessi economici dei potenti, come tutti i conflitti.